Menü

URLAUB IM GARTEN DER DOLOMITEN

urig - gemütlich - herzig

Anfragen & Online Buchen

Anzahl Erwachsene
Anzahl Kinder

Attività e luoghi d'interesse a Strassen e dintorni

Paesaggio meraviglioso e un ambiente tranquillo

La cittadina di Strassen si trova a 1098 m sul livello del mare nel Tirolo Orientale vicino le Dolomiti e le destinazioni sciistiche Alta Pusteria e Monte Elmo. Al centro di Strassen il Töldererhof è circondato da un vasto prato. Qui la vista sulle Dolomiti è un fiore all´occhiello. .

 

Grazie alla sua posizione centrale, numerose attrazioni turistiche e attività di svago sono facilmente raggiungibili. Direttamente dalla nostra struttura parte la pista da fondo che è anche illuminata di notte. A  soli 5 minuti di macchina si arriva a comprensorio sciistico Turnthaleri. In 10 minuti di macchina si raggiunge anche la zona sciistica Monte Elmo

 

 

Escursioni sulle montagne circostanti offrono una splendida vista e un  indimenticabile vacanza in Austria. Una fitta rete di sentieri e la natura bellissima garantiscono un'esperienza unica.  


Anche la valle sa convincere. Ci sono percorsi e passeggiate, e il paesaggio è perfetto per chi vuole dedicarsi al ciclismo.  


Il biotopo di  Tassenbach vicino al paese  è stata dichiarato area protetta. Il percorso di  circa 1, 5 km, permette di comprendere il paradiso nell´acqua e nelle zone e vedere da vicino gli uccelli che vi abitano.Soprattutto nelle calde giornate estive, il biotopo è una destinazione molto popolare. 



E anche per tutte le  richieste culinarie, la nostra zona offre vari esercizi che propongono le specialitá locali; dalle baite ai hotel a 4 stelle, c è l´imbarazzo della scelta. C'è anche la possibilità di acquistare direttamente in azienda prodotti biologici e naturali.


Castello Heinfels

circa 3 km dalla casa vacanze

Il castello Heinfels è strategicamente situato su una collina sopra il paese di Heinfels viene chiamato la "il re della Val Pusteria" per la sua posizione trategica.. Il nome risale al leggendario fondatore dagli Unni nel  16 ° secolo, denominati "Huonenfels". Quindi tutto è iniziato molto, molto tempo fa. In realtà, in questo caso, non molto tempo fa, perché il castello fu narrato la prima volta 1243. Sicuramente avrá  qualche  anno in piú sulle spalle.

Ma restiamo ai fatti: A quel tempo, l'ha detto 1243 viene manzionato un certo cavalliere Ottone von Heunvels  come il loro signore e padrone. Più tardi, i conti di Gorizia sono stati i proprietari del castello di  Heinfels . Ci sarebbe tanto da raccontare su questo castello. Forse la cosa piú importante é che al giorno d´oggi è ancora molto ben conservato e dá l´impressione di avere la piccola cittadina di Heinfels sotto custodia .


Il castello di Heinfels è il punto di riferimento più eclatante del Tirolo orientale. Il castello Heinfels è visibile da lontano e da esso si puó avere  una vista che si rimane  a lungo nella memoria. Dalla Val Pusteria, la valle del Drava, e sul lato opposto la valle del Gail un panorama a 360 gradi. Purtroppo non si puó visitare il castello all´interno. Il tempo ha rosicchiato il castello di Heinfels  e l´ha fatto quasi inagibile al interno. Ma dall'esterno rumane un pilastro fisso del Tirolo Orientale. Nel 2010 nell'ambito delle "Giornate del Patrimonio" è stata  accessibile anche la parte interna. 1200 persone sono state a visitarlo e sono stati molto sorpresi della bellezza del imponente castello. Gli sforzi per ristrutturare il castello e  sono notevoli. . Si dovrebbe tenere il castello di  Heinfels a questo proposito sott´occhio. In entrambi i casi vale la pena una visita.

Castello Bruck

a circa 25 km dalla casa vacanza

Nella sua opera "Lo stato del Tirolo. Un manuale per i viaggiatori "caratterizza il topografo tirolese del Castello Bruck che è una ex residenza dei Conti di Gorizia, come" degno di un principe ". E ha ragione. La città di Lienz sembra aver percepito allo stesso modo, di fatti il castello dil Castello  Bruck è già dal 1942 in possesso della città. E non è solo un edificio estremamente impressionante, ma anche la "casa" del famoso pittore tirolese Albin Egger-Lienz. Infine, il castel  Bruck, che deve essere considerato L´ATTRAZIONE di Lienz, ha la più vasta collezione di opere di questo straordinario artista.

Il Castello Bruck ha, per usare un eufemismo, una lunga e movimentata storia alle spalle e la strada fino ad oggii è stata lunga. Tra il 1252 e il 1277 è stato costruito come  castello di residenza dei Conti di Gorizia. 1500 poi è morto l'ultimo Conte di Gorizia, il conte Leonhard . Non avendo piú eredi  , il castello fu regalato al re MaxilimianI, il quale dopo 1 anno lo consegnó al Barone  Michael von Wolkenste a  Rodengo.

Altri proprietari: la Haller Damenstift,  sotto l'imperatore Giuseppe il castello fu anche usato come  ospedale da campo e  caserma. Dopo mollteplici cambi di proprietá , finalmente la cittá di Lienz nel 1942 è diventata propietaria  del castello. Un colpo di fortuna per gli appassionati d'arte. L'attuale mostra può davvero essere visto e fornire una grande varietà colorata di posizioni artistiche: una visita al castello  Bruck è quasi d´obbligo per chi soggiorna nel Tirolo orientale.

Museo Aguntum

Ca 30 km dalla casa vacanza

Giá da molti decenni ,legioni di archeologi vengono all´Aguntum .  Sicuramente deriva dal fatto  che all´ Aguntum  non è affatto tutto giá in vista, c'è ancora molto da scoprire. Tra le altre cose, il passato molto interessante di territorio comunale  di Dölsach. Dal 1991 gli scavi Aguntum  sono nelle mani dell'Istituto di Archeologia dell'Università di Innsbruck. Al momento, il Forum di Aguntum è esposto. A poco a poco, quindi, uno delle più imponenti città romane in montagna verrano  esposte al pubblico.

Tutto ciò che è stato esplorato fino adesso, può davvero essere visto da vicino . A maggior ragione, dal momento che il museo Aguntum ha deciso di costruire  nel 1999 la “Atrium”, una casa per  riparare l'architettura esplorata e trovata fino adesso, la casa  può essere vista giá lontano quando si avvicina il museo sulla strada principale. Il museo offre una panoramica sulla vita quotidiana in epoca romana e visualizza tutti i tipi di reperti da Aguntum, e altre zone della ex provincia di Noricum. La costruzione solleva molta curiositá e interogativi.  La risposta alla domanda "devo fermarmi e guardare " dovrebbe essere risposta con un forte e chiaro "sì". Ne vale la pena.


Aguntum era una città romana (municipium Claudium Aguntum), che è a circa 4 km a est di Lienz nel presente comune di Dölsach. La sua origine era probabilmente in un insediamento del popolo di Laiancer Norican che fungono anche come eponimo per la città di Lienz. Sotto l'imperatore Claudio (41 - 54 dC ..)  Aguntum ha avuto una una ripresa impressionante. L'Imperatore ha sollevato l'insediamento di un Municipium (città). Nei successivi 2 secoli, la città romana Aguntum a avuto uns crescita  che si è riflessa nella costruzione di un muro della città, edifici privati ​​e pubblici innumerevoli, così come un centro termale. La cittá fu infuenzata  dai  tantissimi passaggi  del Felbertauern a nord, da Rio di Pusteria in Val Pusteria a ovest, fino al passo croce nel sud e l'est del Oberdrauburg. Dal 3 ° secolo perse Aguntum  a causa della sua posizione nella valle in realtà non ottimale successivo nuovo rispetto. Dopo al 5 ° secolo non era piú una città, ma era ancora abitata; Una delle  prime tombe cristiana ne è la testimonianza.



Anche se gli scavi archeologici  vengono fatti dal 1912, solo una piccola parte della ex città è stata scientificamente studiata. Sono già note, tra l'altro, le mura della città, la casa dell'atrio, il quartiere artigianale, la zona termale, nonché un Macello, un edificio circolare che probabilmente serviva come un piccolo mercato coperto. Una piccola scoperta archeologica sensazionale che rappresenta l'Atrium, perché mai prima fu trovato un edificio di questo tipo cosí al nord. A 18 metri di altezza, la torre di osservazione oggi offre una buona panoramica del sito di scavo. Dalla torre di osservazione, è già possibile vedere da lontano sito sito archeologico Lavant. Anche qui viene scavato e ricercato pezzi di  archeologia e analizzato. La cosa più affascinante di tutti questi scavi:  Da nessun altra parte si ha un riferimento cosí lungo e dettagliato del periodo della colonizzazione nel Tirolo orientale - e una buona lezione di storia è non fa neanche male. Quindi, andateci!

Zolfo "Aigner Badl"

a circa 5 km di distanza dalla casa


La Aigner Badl, situata sulla riva meridionale del Drava in Abfaltersbach,che è nota  giá da  più di 240  , E lil più antico bagno contadino esistente nel Tirolo Orientale. Il bagno storico è stato nominato la prima volta nel 1772. Grazie ad una sorgente di acqua di minerali e  zolfo, vengono al giorno d´oggi offerti in questa venerabile stazione termale dei bagni che servono per aiutare a chi soffre  di reumatismi, sciatica, dolori articolari o la guarigione delle ferite. Direttamente collegato ai bagni di zolfo troverete anche una piccola baita dove cucinano delle prelibatezze gastronomiche austriache.